Disturbi Infantili

Disturbi infantili Leggere e scrivere … e con i numeri

Disturbi infantili, nell’arco del primo anno di scuola i bambini imparano a leggere e a scrivere da soli anche le parole più difficili.
Gradualmente diventano sempre più veloci e corretti. Leggere e scrivere diventa un compito facile e automatico: è la base per studiare e comporre testi e pensieri.
Qualche bambino, però, fa fatica a imparare, confonde le lettere, fa più errori dei compagni, è lento. Talvolta è difficile memorizzare le tabelline o fare le operazioni, talvolta è difficile studiare. Qualche volta il problema è concentrarsi e restare attenti.
Queste difficoltà possono dipendere da varie cause. È importante capire e aiutare il bambino.

L’attenzione …

… “è molto vivace”
Quando la vivacità dipende da una difficoltà di attenzione?
L’attenzione è una capacità che matura progressivamente durante l’infanzia. Mantenere l’attenzione ad un compito senza distrarsi, essere capaci di controllarsi e di prevedere le conseguenze delle proprie azioni, non dipende dalla “buona volontà”, ma è regolato da capacità ????
Quando c’è una difficoltà o un disturbo dell’attenzione, non basta raccomandare “di comportarsi bene”.

Studiare …se c’è una dislessia

Le difficoltà a scuola possono dipendere da una dislessia.
Alcuni allarmi sono: è intelligente, ma a scuola incontra molte difficoltà, fa molti errori, è lento quando legge, scrive o con i numeri si distrae facilmente nelle spiegazioni lunghe si confonde ha difficoltà ad esprimersi o a memorizzare non ha stima di sé, si sente stupido In qualche caso il disturbo passa inosservato nei primi anni di scuola e viene a galla quando il ragazzo è più grande e deve studiare.
Le raccomandazioni “impegnati di più”, “stai più attento”, “devi metterci la buona volontà”, non aiutano.